come era e come è

Morti quasi cinque volte più numerosi, a fronte peraltro di un quaranta per cento di malati attivi in meno. Sono i dati che più balzano agli occhi analizzando l’ultimo report dati fornito dalla Regione Emilia-Romagna sull’andamento della settimana precedente al Natale tra il 2020 e il 2021.

I contagi cumulati nella settimana 14-20 dicembre nel 2020 erano 10840, mentre in questa tornata i positivi sono stati 15625. Nel 2020 l’Emilia-Romagna era in zona arancione da settimane, e ci si preparava a passare il Natale con un calendario ‘a semaforo’ che prevedeva in alcuni casi limiti agli spostamenti anche per pranzi e cene.

Il Natale 2021 invece sta trascorrendo sotto zona bianca, anche se al livello governativo è stata varata una stretta su alcune categorie, discoteche in primis, e un giro di vite sull’uso delle mascherine ed entro la fine dell’anno si precede che la regione possa finire in zona gialla. Non si sa ancora poi quanto la variante omicron sia destinata ad acutizzare il pico dei casi, previsto inizialmente a livello nazionale per fine anno ma ora slittato a gennaio. 

Passando in rassegna ulteriori dati, si nota come i ricoveri in area Covid siano 2805 nel 2020 contro i 1012 del 2021. Stesso discorso per le terapie intensive: 210 posti occupati contro i 101 di quest’anno. Infine il dato sui decessi, quello più amaro: 510 morti tra il 14 e il 20 dicembre 2020, 114 i decessi conteggiati nella settimana scorsa.

Ultimo dato messo a confronto nel report, quello dei casi attivi: l’anno scorso, dopo tre settimane di zona arancione, la curva in regione -seguendo il trend nazionale- era in fase calante ma con la curva che toccata i 62746 casi d malati attivi, mentre un anno dopo se ne registrano circa il 40 per cento in meno,  cioè 38744.

Articoli Correlati

Sassari
nubi sparse
17.9 ° C
17.9 °
17.9 °
84 %
0.9kmh
34 %
Lun
22 °
Mar
22 °
Mer
21 °
Gio
23 °
Ven
17 °

Articoli Recenti